Fraxinus excelsior

FRASSINO COMUNE Fraxinus excelsior L. – Oleaceae

Nomi comuni e dialettali: Frassino.

 

Descrizione

Albero che fiorisce a marzo e aprile.

Grosso albero con portamento slanciato che supera agevolmente 20 m di altezza. Fusto con corteccia grigio chiara con sparse fessurazioni di poco superiori a 1 cm e rami giovani grigio verdastri con gemme nerastre. Le foglie imparipennate composte solitamente da 9 -11 segmenti privi di picciolo possono arrivare a 4×10 cm di grandezza, i segmenti hanno lamina lanceolata o ellittica con margini seghettati ed apice acuto. I fiori, privi di calice e corolla, con antere purpuree, fioriscono prima della comparsa delle foglie e sono raccolti in pannocchie brevi spesso pendule. Il frutto è una samara, ovvero un achenio provvisto di un’ala membranacea con contorno lineare-lanceolato ed apice ottuso, contenente il seme di circa 15 mm dalla parte del peduncolo.

 

Dove cresce

Cresce nei suoli umidi, nei boschi, da 0 a 1500 m.

 

Quando si raccoglie

Si raccolgono le samare immature appena formate finché sono tenere; a giugno ed a luglio le foglie ben sviluppate ma non ancora invecchiate.

 

In cucina

Le samare tenere si consumano in insalata o nelle minestre. Le foglie sono utilizzate per preparare bevande, facendole fermentare con acqua e zucchero. In un certo periodo fu molto apprezzata la “Frenette”, una bevanda preparata con un infuso di foglie di Frassino alla quale era stato aggiunto zucchero, lievito di birra, e acido tartarico.

 

Proprietà

Ai frutti sono attribuite proprietà diuretiche, diaforetiche.

Alle foglie diuretiche, depurative, regolatrici intestinali.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: