Solidago virga-aurea

 

Verga d’oro comune  – Solidago virga-aurea L. – Asteraceae

 Nomi comuni e dialettali:  Verga d’oro.

Questa specie è piuttosto variabile e comprende diverse sottospecie abbastanza simili che possono svilupparsi in ambienti diversi.

Descrizione  –  Foto pianta  –  Foto fiore

Pianta erbacea perenne che fiorisce da luglio ad ottobre.

Erbacea con rizoma cilindrico e obliquo, di colore bruno rossastro all’esterno e bianco cenere internamente, dal quale possono svilupparsi numerosi fusti. Questi sono eretti, alti da 10 a 80 cm e striati nella parte superiore.

Le foglie sono alterne, grandi fino a 8×15 cm, quelle inferiori hanno lamina lanceolata con i margini dentellati e che proseguono lungo il picciolo, quelle del fusto sono progressivamente più piccole e prive di picciolo.

I fiori, di colore giallo dorato, sono raccolti in capolini sostenuti da peduncoli pubescenti a loro volta raggruppati in infiorescenze fogliose a forma di pannocchie a volte ramificate all’ascella delle foglie. Quelli posti internamente al capolino sono tubolari, mentre quelli esterni hanno la corolla caratterizzata da un vistoso prolungamento simile ad un petalo (ligula) grande circa 6-10 mm.

Il frutto è un achenio cilindrico con coste longitudinali.

Dove cresce

Cresce nei suoli aridi, nei boschi radi, nei pascoli, da 0 a 2000 m.

Quando si raccoglie

Si raccolgono le infiorescenze appena sbocciate e si fanno essiccare all’ombra.

In cucina

Sono usate per preparare tisane gradevoli, solitamente unite ad altre erbe.

Proprietà

Le sono attribuite proprietà digestive, depurative, litolitiche e diuretiche.

Curiosità

Solidago deriva dal latino solidare, che significa rendere sano, rinforzare.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: